PETROLIO: il più classico dei pattern…

Scritto il alle 15:34 da [email protected]

ANALISI FLASH su uno strumento che non passerà mai di moda e che, sempre più spesso, è salito alla ribalta per i suoi significativi movimenti, anche a livello Intraday. Mi sto riferendo al Petrolio che, in ottica di lungo termine, sta dando origine ad una conformazione tecnica interessantissima, che ha fatto la storia dell’Analisi Tecnica: il testa e spalle rialzista.

Questo pattern, spesso si presenta al termine di una fase discendente delle quotazioni ed è propedeutico per una successiva ripresa dei prezzi. Osservando il grafico, in questo specifico caso, possiamo vedere la “TESTA” rappresentata dal punto più in basso, formata nel primo trimestre di quest’anno in area 25-26$ al barile.
I livelli più in alto, invece, caratterizzati dai minimi relativi di agosto 2015 e agosto 2016 in area 39-40$ al barile, sono denominati “SPALLE”. Non è difficile, quindi, capire l’origine del nome “Testa & Spalle”.
PETROLIO – GRAFICO DAILY – PATTERN TESTA & SPALLE RIALZISTA

PETROLIO TESTA E SPALLE - no sponsor
Avremo il primo vero segnale rialzista nel momento in cui avverrà (…se avverrà…) il breakout rialzista della neckline sul grafico sopra indicato. Cercherò di essere più chiaro, soprattutto per coloro che non hanno piena confidenza la terminologia tecnica di borsa. Affinché le probabilità di una risalita dei prezzi del petrolio possano prendere realmente forma è importante che le quotazioni vadano a scambiare sopra la linea celeste tratteggiata sul grafico sopra indicato. La linea celeste, in gergo tecnico, è definita come “neckline”, oppure “Linea del collo”, in quanto si ottiene congiungendo le estremità delle due spalle. Ricordiamoci sempre che, siano rispettate le 3 condizioni distintive sotto elencate, affinché si possa materializzare effettivamente il Pattern Testa&Spalle:

  • le quotazioni vadano sopra 51$ al barile
  • la rottura del livello psicologico 50$ al barile dovrebbe presentarsi con volumi crescenti
  • i prezzi stazionino sopra 51$ al barile per almeno un paio di settimane

 

Se le condizioni sopra proposte dovessero materializzarsi non sarebbe sbagliato misurare l’eventuale target rialzista in area 77$ al barile, che si ottiene prendendo la distanza tra la “testa” e la “neckline” e proiettandola al rialzo dal punto di rottura.

@Gabriele Cortigiani

Trader indipendente e co-fondatore del sito www.90trading.com

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
PETROLIO: il più classico dei pattern..., 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Analisi Tecnica Arrivianmo al supporto a 21900 dove tentiamo l'inversione con un hammer. Segnale
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Segnali molto interessanti dal mondo intermarket e dai mercati finanziari. Fase correttiva in co
Il FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi) coprirà ancora almeno il controvalore di 100
Tra alti e bassi la borsa USA sta tenendo bene, come anche anticipato nell’analisi del COT Rep
Per chi legge Icebergfinanza, l'assicurazione sui depositi bancari sotto i 100.000 euro è carta
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura la rottura della trend line ribassista di breve period
I Paradise papers continuano a stupirci, non nel fatto che i ricchi come al solito sono quelli maggi
Per chi non conosce la storia, la Notte dei lunghi coltelli   si riferisce a un episodio del
Oggi riprendiamo ad analizzare il nostro futures Italiano. I prezzi hanno seguito fedelmente il Batt