Psicologia nel Trading: La linea d’ombra

Scritto il alle 10:53 da [email protected]
Doverosa una condivisione di questo bellissimo Articolo scritto da Stefano D’Ambrosio e uscito su TraderLink stamani mattina.


Oggi non parliamo di mercati, parliamo di atteggiamento mentale nel trading.
Brevemente, sinteticamente, efficacemente.

Prima di farlo, Vi ricordo l’appuntamento con il nostro Webinar Gratuito “Come guadagnare con lo Spread Trading” in programma il prossimo 05 Ottobre.
Viste le numerosi partecipazioni attese, abbiamo organizzato l’evento in due sessioni: una mattutina e l’altra pomeridiana.
Per conoscere le specifiche di orari e programma, Vi invito a visitare la pagina relativa cliccando sul link sotto riportato:


Potete effettuare l’iscrizione all’evento  gratuito, liberamente.

Veniamo ai contenuti dell’articolo…nel mio primo libro, “Destinazione eccellenza”, scrivevo:
“Si parla di humanware, dell’importanza di sviluppare capitale umano e, dopo l’avvento del “pensiero sistemico”, dell’importanza di favorire le interrelazioni fra individui nelle organizzazioni  ‘che apprendono’ attraverso un cambiamento di mentalità che vede l’uomo parte dell’azienda in cui cresce personalmente e professionalmente attraverso lo sviluppo dei rapporti umani.
Questo aspetto è accompagnato da una costante sempre più legata al concetto di posto di lavoro: il mercato non offre più la garanzia di un posto fisso con compiti ben determinati, è ormai evidente che tale sicurezza non esiste più.
E’ necessario ricordare alle persone che il futuro non è più una costante ma una variabile. Oggi è così, domani non sarà più così, è necessario esser pronti  a qualsiasi tipo di evenienza. Questo è il quadro attuale e, probabilmente, lo sarà anche negli anni prossimi in ambito professionale. Da questo temo non si scappi”

Siamo nel 2013, ormai all’alba del 2014…notate qualche analogia con quello che scrivevo nel 2004/2005?

Sono passati quasi 10 anni.

Il lavoro fisso è sparito, come era logico pensare.
Che facciamo, ce ne andiamo da questo paese? Rimaniamo qua a combattere sul campo?
Sicuramente abbiamo l’opportunità di cambiare, cambiare il nostro atteggiamento, la nostra predisposizione mentale verso il futuro. E abbiamo l’opportunità di farlo dove siamo adesso, perché l’atteggiamento mentale non è pesantemente influenzato dal “dove” ci troviamo.

In ogni caso, l’affermazione che sento spesso fare dalla gente, ovvero “c’è crisi” , deve necessariamente trasformarsi in una semplice domanda:

“Quali opportunità, oggi”?

Se leggi questo articolo, molto probabilmente sei una persona che opera nel trading on line, per cui sei fortunato/a.  Operi sui mercati finanziari tramite gli strumenti attraverso i quali esprimi il meglio di te stesso/a.
Operando sui mercati, tutti noi, ci accolliamo i rischi che nascono ad avere a che fare con le mani forti che muovono le quotazioni dei vari strumenti finanziari, ma abbiamo allo stesso tempo la grande opportunità di capire in che modo si muoveranno prezzi e “opinione sociale” (binomio sempre più solido), facendo quello che a nostro avviso è il lavoro più bello del mondo.
In pratica…interpretare le intenzioni del mercato e capire con largo anticipo i principali risvolti sociali.

Una professione, quella di Trader indipendente, che sicuramente porta vantaggi notevoli soprattutto in termini di libertà di tempo , soprattutto se svolta da imprenditore del proprio denaro anzichè friggendosi il cervello davanti al pc per 10 ore al giorno.

L’aspetto prioritario quanto basilare che molti trader non vogliono accettare o rifiutano, è spesso legato alla ricusazione  di quel passaggio fondamentale che spesso l’essere umano fatica a mettere in atto: lavorare su se stessi, sulle proprie paure, sui propri insuccessi, sul carico di adrenalina, sulla capacità di cambiare i propri pensieri e far fronte alle fasi di cambiamento.

Come nella “Linea d’ombra“, il famoso romanzo di Joseph Conrad, occorre necessariamente superare il conflitto interiore necessario per condurre la propria nave verso lidi di saggezza, esperienza e maturità per ottenere risultati straordinari.

Noto spesso che questo percorso di crescita viene digerito  con molta fatica. Meglio accontentarsi di uno che fa il lavoro al posto nostro fornendo qualche segnale operativo sottobanco, tramite l’ennesimo sms del manutengolo di turno.

Non funziona così il gioco ragazzi. Qua non esiste allenamento, si scende in campo e ci si confronta con i migliori operatori lavorando in primis su se stessi e sulla propria identità di uomini. Su questo aspetto di natura introspettiva occorre volutamente evolversi se si vuole strutturare la Professione di Trader partendo dalle fondamenta, anziché svolgerla quando il tempo concede la grazia.

Il Trader che trada dalla spiaggia caraibica è una figura idilliaca quanto la famiglia che vediamo nello spot del mulino bianco.

Il Trader è un Uomo…con spiccato senso dell’imprenditoria

Il resto fa parte della scena che non opera o che subisce la ferale resa dei conti sui conti correnti stessi.

In merito a quanto affermato, riporto alcune parole di un’amica, Valentina, che a soli 24 anni gestisce un proprio esercizio commerciale. Le riporto perché mi hanno piacevolmente colpito. Mi piace pensare che questa generazione, spesso considerata “destinata a fallire e a bruciare le risorse delle generazioni precedenti”, contempla al suo interno personalità di questo tipo.  Questo è quanto scriveva una paio di giorni fa sul suo profilo fb:

“…è l’approccio che noi diamo che cambia le giornate…Bisogna vivere con uno scopo. Trovare qualcuno che dia un senso al risveglio di ogni giorno. Difficile, dicono, prendere la vita di petto. Trovare il coraggio di mettersi in gioco. È vero,  è difficile. E costa energia, tempo, fatica. Ma è questione di vivere o sopravvivere. E chi subisce non può vivere. Siamo noi a vivere, non la vita a schiacciarci. Si pensi all’amore, si pensi agli amici, si pensi anche alla propria felicità: qualcosa per cui vivere in testa, il cuore carico, la voglia di vivere. E non si fallisce.”

In fondo, chi nella vita vuole avere successo deve fare volontariamente cose che un incapace non fa, a cominciare dalle piccole cose, a cominciare dall’atteggiamento mentale, fulcro e anima di ogni azione che decidiamo di intraprendere.
In pratica, essere capaci continuamente e in ogni momento di sacrificare ciò che siamo per ciò che vogliamo diventare.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Malgrado i venti di guerra, i mercati tengono bene le quotazioni, anzi, rimbalzano un po' anche se
Dopo un anno di lavoro ci si può sentire già pronti per nuove sfide, facendo scattare il desid
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha dato un segnale importante chiudendo e superando al rialzo il ga
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica es
Il mercato del lavoro è sempre più affollato da lavoratori  con contratti a termine. I giovan
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o te
Il Ftse Mib parte poco mosso ma per evitare di scivolare come ieri nella seconda parte della sedut
Una buona notizia e una cattiva tanto per incominciare, poi un'altra che possiamo catalogare sia