La strada verso la Bancarotta

Scritto il alle 12:28 da [email protected]

Ho evidenziato, più volte, il mio pensiero nei confronti dell’ Euro… e ancora una volta ribadisco il mio concetto base:
«l’euro ci ha rovinato, continuerà a rovinarci e coloro che hanno portato l’Italia ad utilizzare la moneta unica europea ha, senza mezze parole, ceduto in mano al “dominatore straniero” la nostra sovranità, la nostra ricchezza e la nostra libertà»

Oggi, però, non parlerò dell’euro, ho già detto abbastanza su questo argomento … naturalmente esprimendomi con i numeri.
Nel post odierno, invece, esprimerò il mio pensiero, giusto o sbagliato che sia, sul Governo Monti.

Senza tanti giri di parole mi sento di dire che il prof. Mario Monti potrà sicuramente essere ricordato per due motivi:

  • l’uomo che ha affossato definitivamente l’Italia
  • vincitore del triste primato di aver formato il peggio governo dalla II Repubblica

Non dico questo perché ho pregiudizi con il professore che, sicuramente, ha un bagaglio di conoscenze finanziarie ed economiche di tutto rispetto, che non si discutono neanche…
… ma se ci mettiamo ad osservare i numeri si può notare che, a differenza di tante chiacchere, il lavoro svolto dal nostro primo ministro è a dir poco imbarazzante, o meglio… lo sono i risultati che, alla fine, rappresentano il lavoro fatto.
Il bello è che, durante le tribune politiche, i politici italiani (destra e sinistra) parlano molto positivamente del Governo Monti, raccontandoci che se non ci fosse stato lui le cose sarebbero certamente andate male… (come se ora andassero bene?!?!)
Siccome non ci tengo a farmi prendere per il culo da una classe politica di incompetenti (vedi i vari Bersani, D’Alema, Fini, Bossi, Berlusconi, Vendola ecc..) non guardo e non ho mai guardato le tribune politiche.

Le tribune politiche nascono con il solo intento di “abbindolare” quei poveri cittadini che navigano nell’ ignoranza … e riescono sempre in pieno nel loro intento: metterlo nel culo agli Italiani (che vanno a votare questi incompetenti) senza usare né vasellina, né oli particolari che possono alleviare il dolore al penetramento del deretano.
Ma torniamo al primo ministro Italiano.

Come è possibile che una persona con le qualità, competenze e conoscenze sia riuscito a fare tutto questo disastro? Com’è possibile che continui a parlare dei successi del governo e di ripresa economica quando, numeri alla mano, siamo nella merda più di prima?
Quindi… se le capacità tecniche della persona non si discutono…… il dubbio nasce spontaneo …

… o Mario, ma pé ‘chi tu lavori?
Guardiamo un po’ i numeri.


Crollo del PIL, che rappresenta la ricchezza di un paese … siamo, in parole semplici, più poveri di prima.

Aumento della disoccupazione, aumento del Debito Pubblico, aumento dell’ Inflazione, crollo della produzione industriale.

Un mix micidiale di fattori che portano verso una direzione ben definita: la Bancarotta.
La domanda è: ci voleva un professionista per fare tutto ciò?

E’ chiaro anche ad un bambino che se la gente perde il lavoro consuma di meno, e se la gente consuma di meno le aziende producono di meno.. e se le aziende producono di meno chiudono.. e così via… un cane che si morde di continuo la coda.

Concludiamo con una parte della teoria Keynesiana:
Se il PIL e l’occupazione dipendono dalla domanda, per aumentarli occorrerà quindi incrementare la domanda aggregata.

Domanda aggregata =


Consumi + Investimenti + Spesa Governativa + 

Esportazioni – Importazioni
Un modo per aumentare i consumi è diminuire le tasse…. in Italia stiamo facendo il contrario.

Per aumentare gli investimenti (cioè la spesa delle imprese volta ad aumentare la produzione, come ad esempio l’acquisto di nuovi macchinari) si può diminuire il tasso di interesse sui prestiti…. in Italia non si danno neanche in prestiti, perché è più facile darsi fuoco davanti a Equitalia che farsi dare un prestito da una Banca.

Se infine vogliamo aumentare le esportazioni e diminuire le importazioni, possiamo diminuire il valore della nostra  moneta rispetto a quelle estere (svalutazione)… naturalmente con l’Euro non si svaluta una beata minchia.
Della serie… non ci s’è capito un cazzo!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

L'entusiasmo e l'euforia dei giorni scorsi, l'inutile frenesia per un accordo inesistente o un n
Ftse Mib: l'indice italiano apre negativamente in scia ai dati macro del comparto manifatturiero ted
L’Inps ha emanato la Circolare n. 43/ 2019, che disciplina le richieste di Reddito di cittadinanza
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Dieci mila euro di differenza a listino si possono azzerare tra doppio effetto di Ecobonus ed Ec
Ieri è stato un giorno trionfale per gli amici di Machiavelli, la Federal Reserve ha dovuto amm
Avvio contrastato per le Borse europee dove Piazza Affari conferma il suo buon periodo. Il Ftse Mib
Solo due parole, non ne servono poi molte in fondo questo è un Paese di belle addormentate, anc
FED: prima falchi, poi colombe, e poi agnellini… E’ sorprendente i percorso di Jerome Powell
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u